Bragaglio: per la ‘Torre Tintoretto’ annullare il Protocollo con Investire SGR

A giudicare dalle dichiarazioni del Presidente dell’Aler, Ettore Isacchini, sulla Relazione dell’Agenzia delle Entrate per la Torre Tintoretto, ho netta l’impressione che l’abbia travisata, o neppure letta. Tale Relazione si conclude con un giudizio critico: “l’operazione di sviluppo immobiliare (di Investire SGR) risulta finanziariamente non sostenibile ed economicamente svantaggiosa in quanto dal punto di vista economico-finanziario non produce ricchezza, ma erode le risorse investite”.
Ebbene, anche dopo un tale giudizio, Isacchini esprime “il suo sì convinto” all’operazione. Ma chiedendo al Comune, e non già all’Aler proprietario della Torre, di addossarsi le responsabilità conseguenti. Compreso – temo - anche il rischio del ricorso alla Corte dei Conti per un danno erariale di 21.6 mln. di euro. A cui si aggiungerebbero anche altri 4 mln.,  messi in carico agli Enti Pubblici, e a fondo perduto, a favore di Investire SGR. Cifra che, a giudizio dell’Agenzia, si renderebbe indispensabile per aggiustare i parametri sballati di Investire SGR. Con una contestazione che riguarda persino il costo per la demolizione. Per Investire SGR solo 1.2 mln., per l’Agenzia più del doppio, circa 2.7 mln.



In evidenza

Cerca nel sito

Fotografia del giorno

Con mons. P. C...

Nuova Libreria Rinascita